Le attività strutturate e gli spazi

Attività strutturate

Progettate, proposte e guidate dall’educatrice di sezione e/o in gruppi per le diverse aree:

Area manipolativa con la proposta di attività quali:pasta di sale,travasi con farine,granaglie e pasta..

Area espressiva con l’utilizzo di differenti linguaggi tra i quali quelli sonori ritmici musicali ,quello artistico mediante diversi materiali :carta,pennelli,tempere,colori a dita,colori a cera,gessetti…

Area motoria con la proposta di percorsi e varie attività di movimento(palle,corde,cerchi,stoffe…)

Area del linguaggio con le favole, le canzoncine, la lettura animata – l’area cognitiva con le costruzioni,il gioco euristico,i puzzle

Il gioco libero: l’educatrice ha un ruolo di osservazione empatica e rispettosa del attività spontanea del bambino;
Il bambino sfrutta liberamente le proposte offerte dall’ambiente imparando a scegliere ed a concentrarsi sull’attività,a sperimentare il gioco simbolico (mezzo privilegiato per dare senso e significato alla realtà ) e a mettersi in gioco nelle prime interazioni con gli altri.

Gli spazi

Spazio gioco: realizzato con angoli riservati alle diverse attività ( manipolative, ludico espressive, ludico cognitive), rifugi dove nascondersi, stendersi coccolarsi con cuscini di forma, colori e dimensioni varie, specchio, contenitori, gioco cucina ecc…

Spazio riposo: lettini bassi ed impilabili. Il corredino è fornito dalla struttura, cambio previsto ogni settimana. Il buio totale nella stanza si evita con luci apposite.

Spazio attività: tavolini e seggiole, armadietti, lavagna, specchio, spazi per appendere i lavori, giochi vari, mobiletti accessibili anche ai bambini.

Spazio pranzo: tavolini e seggiole a doppia seduta, seggioloni, tavoli semicerchio.

Spazio igiene: tazze adeguate ai bambini medi e grandi, pavimento antisdrucciolo, fasciatoio.

Spazio verde: esterno e in collegamento diretto con gli ambienti del Nido.

L’ambiente così creato e preparato risponde a criteri di: sicurezza, stabilità, riconoscimento e privacy. Tutti gli ambienti si rifanno ad indicazioni normative specifiche e al progetto pedagogico di riferimento.